Bentornato, caro Giro…

Bentornato, caro Giro, è la tua vigilia. Tutte le vigilie portano, con sé, l’aspettazione, la magia, la trepidazione. Un po’ come la notte di Natale, quando i bambini, dopo aver guardato per l’ultima volta l’albero illuminato e il Presepe senza Gesù Bambino nella mangiatoia, vanno a rifugiarsi sotto le coperte, invocando il sonno, perchè la…

Continua a leggere

Eddy Merckx e il record dell’ora. L’uomo, la bicicletta e il tempo.

Un uomo, la bicicletta e il tempo. C’erano una volta anni in cui il record dell’ora aveva un fascino leggendario. Affrontare i minuti sopra una bicicletta, nessun avversario se non il vento, racchiudere in sessanta minuti la battaglia contro lo scorrere dei numeri sul cronometro. C’era una volta l’anno millenovecentosettantadue, quando Eddy Merckx, l’imbattibile, il…

Continua a leggere

Fiandre con sorpresa: l’Italia brilla sotto il sole belga.

Sorrisi, batticuori, paure. Il Giro delle Fiandre di quest’anno, orfano del leggendario Grammont, ha riservato una sorpresa dopo l’altra. Il favorito numero uno, Fabian  Cancellara, ha, sfortunatamente, dovuto dire addio alle sue ambizioni persino per la Parigi – Roubaix, abbandonando la corsa con una clavicola fratturata. Stessa sorte è toccata a Sebastian Langeveld (GreenEdge) che…

Continua a leggere