I gitani

La verità è che non oso pensare a cosa potrebbe succedere in una giornata che comincia perdendo il mio braccialetto preferito, sparito chissà dove. Questo continuo a chiedermi mentre il termometro della macchina sale a trentasette gradi fuori e io sono quasi convinta che perderò l’aereo di stasera. D’inverno in Sierra Nevada la temperatura può…

Continua a leggere

La moneta

C’è un mosaico con un grande sole giallo e arancio, le palme, una torre. E’ il muro di un giardino dal quale sbuca una buganvillea, mille a dire la verità. Contro le case residenziali tutte bianche, il vento caldo che fa frinire le palme in un pomeriggio che è ancora sopra i trenta gradi. Nessuna…

Continua a leggere

Dal rosa al giallo

La gente a torso nudo pesca dai cesti con i pain au chocolat caldi, i croissant e le lattine di Sprite che galleggiano in un bidone di quelli per l’acqua piovana. L’acqua è ghiacciata, il sole di mezzogiorno cuoce l’asfalto pieno di scritte che va su all’Alpe d’Huez. Crescono i girasoli aggrappati alla roccia, gialli…

Continua a leggere

Neve a luglio

Scende la sera nella conca della valle, c’è odore di rosmarino selvatico, il sole scompare in un attimo dietro al versante della montagna che si fa scuro, i ruscelli continuano a scorrere come vene d’argento nell’ultima luce del tramonto. Dicono che apriranno la strada alle ventidue, forse. Ogni tanto le grida piccole e acute delle…

Continua a leggere