Road to RBX | L’albero sacro

Nella boulangerie c’è profumo di dolci al burro, in vetrina ci sono un centinaio di pain au chocolat, pain au raisin e croissant dorati. Fuori il sole illumina le case di mattoni a due piani della via principale di Saint-Amand-de-L’Eux, uno di quei paesi semisconosciuti che sta tra Roubaix e la Foresta, dove la vita…

Continua a leggere

Road to RBX | Occhi di gatto

Il sole chiaro del mattino dipinge un ristorante cinese all’angolo di una via deserta che sembra chiuso da mezzo secolo. Su questa strada tutte le saracinesche sono abbassate: è il mese del Ramadan, lo dice un tipo dietro il bancone di una specie di boulangerie etnica che vende un centinaio di tipi di dolci arabi…

Continua a leggere

Il ramo perduto

Salendo per la mulattiera sconnessa si aprono qua e là gli scorci del mare che sembra una lastra d’acciaio nel primo pomeriggio. Tante piccole vele laggiù al largo assomigliano a quei gabbiani che si lasciano ondeggiare sul pelo dell’acqua nelle torride giornate estive. Quassù però il vento scuote le chiome delle palme alte nel cielo…

Continua a leggere

Cent’anni di solitudine

Grandi anfore di coccio con le agavi guardano verso il lungomare dal muro di mattoni di una villa. In una delle vie secondarie che formano quei quadrilateri stretti e con le case basse e tranquille della Versilia, c’è un motocarro parcheggiato. Un quadro degno di quella che gli stranieri chiamano continuamente la “Bella Italia”. Basta…

Continua a leggere