Gli incubi

Le nuvole nere diventano un vortice sopra le montagne, la valle è stranamente nella luce, come quando sta per arrivare una tempesta, un secondo prima, durante il quale senti esattamente il respiro primordiale della terra, quando ancora la gente non la contaminava come fanno i parassiti sul pelo di un grande e bellissimo animale. Tutti…

Continua a leggere

La scimmia.

“Mi vida” urla un papà alla sua bambina che gli corre incontro all’uscita dell’aeroporto di Valencia. Lei gli si aggrappa al collo come una scimmietta e potrei contare i minuti interminabili in cui resta così, immobile con la faccia sulla sua spalla. Mi vida, continua a dire lui. Fuori trentatré gradi bruciano l’Andalucia che è…

Continua a leggere

Vuelta 2018 | Caminito del Rey | PHs

[📷 GALLERY] Le colline gialle con gli ulivi luccicanti come una specie di miraggio sonnecchiano nella siesta e ad ogni curva c’è una manciata di gente che saluta. Il deserto, la gente e poi il deserto. Cotti dal sole come se fossero lì da millemilioni di anni. Si sente un forte odore di mirto, credo, il…

Continua a leggere

Vuelta 2018 | Malaga | PHs

[📷 GALLERY] Brucia questa città nella luce del sole andaluso, la costa così vicino all’Africa e certi vicoli della periferia con i vecchi a guardia delle case basse e arabe. Una crono da otto chilometri, una specie di delirio da oppio nei trenta gradi di un mezzogiorno di fuoco dove i ventilatori aspettano immobili davanti ai…

Continua a leggere

Le foto più belle della stagione 2017

Scattate in solitudine, nell’unico angolo che nessuno aveva scalato, oppure scavalcando gente, gambe, mani, teste, transenne; in cima a una montagna o sul sacro pavé del Belgio; a un soffio dai primi istanti dopo la linea bianca o immersa nel silenzio cadenzato dai rulli prima di una cronometro. Insomma, alcune delle foto alle quali sono…

Continua a leggere

La Vuelta 2017 | Vila-Real-Sagunt | PHs

[📷 GALLERY] Il Mediterraneo è una striscia azzurra diritta disegnata su un cielo senza nuvole, c’è una vela bianca che naviga sull’orizzonte, una signora quieta con un cappello di paglia sta seduta su una di quelle sedie pieghevoli dei nonni, sonnecchia nella macchia d’ombra dei pini marittimi. C’è l’odore di tutte le cose che restano nella…

Continua a leggere