A mani basse

Non ci sono che colline fino all’orizzonte quasi bianco sul cielo azzurro dove l’aria ha rastrellato le nuvole fino a farle diventare invisibili. C’è l’odore degli arbusti seccati dal sole in alta montagna, bacche rosse lucide che guardano la scarpata dove sprofonda la valle vegliata qua e là dai pini. E’ facile immaginare com’era questo…

Continua a leggere

Tredici

Oropa non è una salita semplice, nemmeno da spiegare. Senza voler essere blasfemi è una di quelle sottilmente stronze, che sembrano chilometri di trasferimento dal paese al Santuario ma in mezzo non ci sono solo boschi e case, ma anche una serie di pendenze secche o eterne che ti fanno pensare di non arrivare mai,…

Continua a leggere

Memorial Pantani 2017 | PHs

[📷 GALLERY] E’ grigio azzurra l’acqua, gli stabilimenti deserti, gli ombrelloni chiusi, la battigia costellata di alghe che sembrano avere ancora un respiro. Forse è stata la notte di vento e di pioggia a portarle lì, come stelle in costellazioni sparse. Dicono che pioverà ancora, ci sono nuvole grigie che vengono da nord. Grigie come certi…

Continua a leggere

Stairway to heaven

A Giò. Sembra quasi di sentirli ancora, bambini che corrono sul pavimento di graniglia della vecchia colonia Agip, con le vetrate grandi che guardano sulla spiaggia lunghissima e il mare lontano. Ci entra il sole della mattina appena velato, come i bar di provincia. E’ grigio azzurra l’acqua, gli stabilimenti deserti, gli ombrelloni chiusi, la…

Continua a leggere

Seconda stella a destra.

Questo è il cammino. Parigi è un po’ un’ Isola che non c’è. Forse, per quelli che ci arrivano dopo tutti quei chilometri, la Tour Eiffel vista da lontano sembra una specie di miraggio. Parigi è sempre stata l’isola bella dopo quel viaggio tormentato. Seconda stella a destra, questo è il cammino. Bisogna crederci a…

Continua a leggere

Vita in salita.

C’è un rituale nelle salite dove passa il ciclismo che si ripete ogni volta, come una quotidianità ritrovata tra amici che si vedono dopo un po’ di tempo e capiscono che sono sempre gli stessi, si vogliono bene ancora come prima e continueranno a volersene. Oropa, nel silenzio di un sabato mattina, si prepara al…

Continua a leggere

Grazie.

Un anno fa, oggi, cominciava il viaggio di questo blog: un viaggio tra l’asfalto intriso di pioggia e soffocato dal caldo torrido, tra la fatica, il sudore. Un viaggio dal primo all’ultimo, tra il gruppo e tra le grida che lo incitano, che gridano e applaudono, che sventolano i lenzuoli colorati per le strade di…

Continua a leggere