Go Dani.

Dani, per i suoi compagni, per la squadra, per gli amici. E’ breve, è facile, anche da gridare in corsa, in cima ad una salita. Lui è Daniel Teklehaimanot. L’ho visto spesso in fuga o in azioni solitarie: i riccioli nascosti sotto il casco, il volto scuro, lucido di sudore e le gambe magre, da…

Continua a leggere

La prima volta.

Credo che la scrittura assomigli molto all’istinto di sopravvivenza. E’ cercare costantemente di poter dare un significato a quello che viviamo. Una ricerca quasi ossessiva, uno scavare a mani nude nella dura terra per sconfiggere la superficie. E’ difficile perché le parole giuste per le emozioni sono come piccoli diamanti, a volte sfuggono persino al…

Continua a leggere