Cielo “Azzurro” dell’estate ’92

E’ domenica. E l’estate spagnola del millenovecentonovantadue è rovente, il termometro va oltre i trenta gradi. Barcellona abbraccia l’Olimpiade e i tifosi italiani vorrebbero abbracciare gli azzurri perché in loro sono riposte tutte le speranze per la vittoria, dopo i magri bottini passati. Sulle biciclette lucide, pronto al via, c’è anche lui: Fabio Casartelli. Ragazzo…

Continua a leggere